In primo piano
Comunicati
Riparte Folk Meetings

Data Inizio: 22 marzo
Data Fine: 31 marzo

 

Al via venerdì 25 marzo alle 21.00 la nuova edizione di “Folk Meetings”, la popolare rassegna ideata dalla Geo Music di Gigi Bresciani con l’Assessorato alla Cultura e Tradizioni del Comune di Dalmine.

 

Per questa nuova stagione, intitolata “Suoni senza confini”, il festival ripercorre alcuni dei più significativi passaggi e connessioni tra Brasile, USA e Gran Bretagna, folk e rock, world music e canzone d’autore, coinvolgendo artisti di notorietà internazionale in concerti speciali, concepiti ad hoc per il pubblico italiano. Ad animare il calendario 2011 un tris di celebrità internazionali: Renato Borghetti, Elliot Murphy e Robin Hitchcock.


«Questa nuova edizione si presenta del tutto rinnovata – anticipa l’Assessore alla Cultura e Tradizioni del Comune di Dalmine, Gianluca IodiceLa prima novità è stata la scelta di “debordare” dall’ambito prettamente concertistico, “contaminando” già nel cartellone la rassegna con una mostra sulla storia della musica del ‘900. Gli appuntamenti con i musicisti, oltre a spaziare per aree del globo molto distanti fra loro e a farci conoscere frammenti delle loro sonorità, sono pensati per un pubblico aperto e ampio, dai giovanissimi che si sono appena accostati alla musica agli appassionati con qualche anno in più, abbattendo così frontiere fra generi, mondi e generazioni. Insomma, quella del 2011 è davvero un’edizione senza confini».


Serata introduttiva venerdì 25 marzo al Centro Culturale di viale Betelli con la presentazione della rassegna, seguita dalla mostra-evento I vestiti della musica - La storia del pop nelle copertine dei dischi. Curata dal cultore e collezionista Paolo Mazzucchelli, la mostra è un viaggio nella storia del rock attraverso le più importanti copertine, a partire dalle origini fino ad oggi.

 

 La rassegna entrerà nel vivo venerdì 1 aprile con l'atteso concerto del Renato Borghetti Quartet, per poi proseguire l’8 aprile con il rocker internazionale Elliot Murphy. Gran finale il 15 aprile con l’inglese Robyn Hitchcock, l’inventore di un rock psichedelico e surrealista.

 

 Per informazioni, Ufficio Cultura: tel. 035.564952, e-mail: teatro.civico@comune.dalmine.bg.it. Sito web: www.dalminecultura.bg.it.

 

I Vestiti della Musica - venerdì 25 marzo 2011 ore 21


“I vestiti della musica” è un viaggio a ritroso nel tempo in compagnia di Paolo Mazzucchelli (appassionato e collezionista di musica da più di 30 anni) alla riscoperta delle copertine dei dischi, della loro evoluzione da semplice contenitore a vera e propria icona. Il viaggio parte dell’età d’oro del jazz sino ai fasti del progressive anni ‘70, passando fra i caleidoscopici colori della psichedelica, l’evoluzione grafica di artisti come Bob Dylan, Beatles, Pink Floyd e le curiosità delle copertine più strane ed elaborate. Il racconto, accompagnato da un centinaio di copertine della collezione di Mazzucchelli, è coadiuvato dalla proiezione di un ulteriore gruppo di copertine e da una colonna sonora adeguata. Un viaggio fra musica, cultura, arte e creatività.

Ingresso gratuito

 

Renato Borghetti (Brasile) - venerdì 1° aprile 2011 ore 21  


Professionista dall’età di 16 anni. Suona come un pazzo, destando impressione in chi conosce la difficoltà del suo strumento musicale, la “gaita-ponto”. Affascinante e di bella presenza, suscita interesse per il suo modo di presentarsi sul palco con il viso sotto il caratteristico cappello. Il suo primo disco vende più di 100 mila copie. Vince il disco d’oro e di platino della musica strumentale brasiliana. Alterna lavori più semplici con momenti di maggiore raffinatezza e accenni verso il jazz e la musica colta, circondandosi dei migliori musicisti della regione: ha collaborato con nomi famosi come Leon Russel ed Edgar Winter. Partecipa a manifestazioni internazionali in tutto il mondo.

Ingresso 12 €

  

Elliot Murphy (USA) - venerdì 8 aprile ore 21

Nato a New York nel 1949, Murphy inizia scrivendo canzoni per le strade d’Europa nel 1971. La sua musica è una sorta di rock poetico post-Dylan, influenzato dai newyorkesi Velvet Underground, sostenuto dalla propria potenza espressiva alla chitarra e all’armonica. Col mago della chitarra Olivier Durand è sempre in tournée in Europa, con una media di 100 spettacoli l’anno. Scrive per vari giornali, ha pubblicato un romanzo e due raccolte di racconti. Di se stesso dice: «La letteratura è la mia religione e il Rock and Roll è la mia droga». Il nuovo album “Elliott Murphy”, fresco e attuale, testimonia la sua inossidabile vena compositiva. Il suo folk rock cantautorale lo pone tra i migliori artisti di sempre.

Ingresso 12 €

 

Robyn Hitchcock (Gran Bretagna) - venerdì 15 aprile ore 21

Robyn Hitchcock, nato a Londra, inizia l’attività nel 1976 con la band punk/new wave The Soft Boys, sviluppando un bizzarro concetto di “psychedelic punk”. Successivamente incide dischi a proprio nome e si unisce alla band The Egyptians, raggiungendo una certa notorietà. Collabora con musicisti quali Peter Buck dei R.E.M., Scott McCaughey dei Young Fresh Fellows e Bill Rieflin dei Ministry. Spiega così le fonti del suo lavoro: «In fondo sono una persona arrabbiata e impaurita. È proprio per questo che la mia roba non è del tutto inconsistente. Sono costantemente, profondamente dentro una specie di furore». Scrive racconti, dipinge in uno stile surrealista e disegna con piglio fumettistico.

Il concerto avrà come supporters gli Acoustic Rusties. Formatisi nel ’98, sono stati la più titolata e prolifica tribute band dedicata al repertorio di Neil Young. Un ensemble che ha fatto della passione e della competenza sulla materia younghiana una vera e propria bandiera.

Ingresso 12 €

  



DOWNLOAD
Comunicato Stampa
Programma